Home » In Evidenza » MESSAGGIO PER LA PACE DELL’IMAM LAYACHI 

MESSAGGIO PER LA PACE DELL’IMAM LAYACHI   versione testuale


 ASSISI – Un bel messaggio di vicinanza è arrivato al vescovo della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino monsignor Domenico Sorrentino e al responsabile della commissione dello Spirito di Assisi padre Egidio Canil dall’Imam della Comunità islamica del Veneto Kamel Layachi che condanna con forza gli attentati terroristici di questi giorni e rilancia con fermezza il cammino intrapreso da cristiani e musulmani per la pace e che proprio qui in Assisi si sta percorrendo da anni. Riportiamo qui di seguito il testo della lettera:
 
 
S.E. Vescovo di Assisi 
Caro Padre Egidio, 
 
In Egitto le forze del male hanno nuovamente scosso le nostre coscienze versando sangue innocente e provocando l'ira di Dio e di tutti gli uomini liberi. Questi crimini, lo dobbiamo ricordare sempre ,  mirano a destabilizzare l'unità dei credenti e dei popoli  creando ferite insanabili e fossati sempre più profondi. Dopo la visita storica di papa Francesco in Egitto e gli incontri importanti con le Istituzioni religiose del mondo islamico  Sunnita si sono aperti nuovi spiragli di speranze. Ma queste forze maligne che agiscono secondo un disegno strategico vogliono minare le fondamenta dei rapporti tra Cristiani e Musulmani Sunniti ed azzerare tutto il lavoro che si sta facendo oggi per seminare fiducia e fraternità
I mandanti e gli esecutori di questa ultima carneficina, come quelli di Manchester, puntano sull'effetto shock uccidendo bambini innocenti.Ma non si illudono troppo perché nonostante il dolore che queste stragi provocano, Musulmani e Cristiani in diverse parti del mondo ,e in senso lato le forze del bene,sono decisi ad affrontare con fermezza , coraggio ed  unità questo disegno maligno affinché venga fatta la Sua Volontà . In questo contesto complicato non dobbiamo perdere di vista la Preghiera e tantomeno dell'unità tra uomini di buona volontà.
Alla vigilia di Ramadan in cui i Musulmani si apprestano ad iniziare un mese intenso di digiuno, di preghiera e di carità  si innalzano insieme le nostre mani  verso Dio Clemente e Misericordioso.  
Invochiamolo perché accolga nel Suo Regno tutte le vittime del terrorismo e della violenza e colmi il dolore dei loro famigliari 
 
Con stima rinnovata,
 
Imam Kamel Layachi
Comunità Islamica del Veneto

© 2011 Diocesi di Assisi Nocera Umbra Gualdo Tadino ¿ P.zza Vescovado 3, 06081 Assisi (PG)