Notizie correlate
ASSISI VICINA AL VENEZUELA  09/06/2017 ASSISI VICINA AL VENEZUELA
Sabato 10 giugno visita del cardinale Porras Cardozo; presiederà la messa nel Santuario della Spogliazione
 Home » In Evidenza » DA ASSISI PREGHIERE PER LA PACE IN VENEZUELA 

DA ASSISI PREGHIERE PER LA PACE IN VENEZUELA   versione testuale

Il cardinale Porras Cardozo: "San Francesco simbolo per il mondo"


ASSISI“Siamo vicini al popolo venezuelano che in questo periodo sta attraversando grandi fatiche, problemi e tensioni. In questo nuovo Santuario della Spogliazione che ha visto San Francesco spogliarsi di se per diventare fratello universale, uomo di pace sentiamo di stare nel luogo giusto per stare vicini nella preghiera al popolo venezuelano”. Lo ha dichiarato il vescovo della diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino durante la messa celebrata, sabato 10 giugno nel Santuario della Spogliazione, unitamente al cardinale Baltazar Enrique Porras Cardozo, arcivescovo di Mérida e ai vescovi membri della presidenza della Conferenza episcopale venezuelana. “Nella festa della Santissima Trinità – ha sottolineato monsignor Sorrentino durante l’omelia – ci giunge il messaggio della misericordia preveniente. Tendete alla perfezione, fatevi coraggio, vivete in pace e la pace del Signore sarà con voi e poi datevi il bacio santo”. Dopo questi accenni biblici il vescovo ha implorato l’unità dei fratelli. “Tra fratelli – si è soffermato il vescovo - dobbiamo imparare a darci il bacio santo che ci mette insieme, ci raccoglie, ci fa essere in grande unità anche se non ci conosciamo anche se viviamo a distanze separate da oceani, ma siamo l’unico corpo di Cristo e dunque ci diamo l’unico bacio santo che è l’essere uniti in Dio nella forza dello Spirito Santo. Questo messaggio lo vogliamo vivere profondamente e vogliamo dedicare anche il nostro proposito di rinnovamento di vita come un’implorazione che facciamo anche per i nostri fratelli del Venezuela perché trovino insieme a noi la pace e la gioia del Signore”. “San Francesco è un simbolo per il mondo” ha sottolineato il cardinale Porras che ha voluto pregare in particolare per la pace, l’incontro e la riconciliazione del popolo venezuelano.
Prima della celebrazione il cardinale Porras Cardozo ha avuto un lungo colloquio con il vescovo Sorrentino e con alcune persone presenti tra cui Jean Carlos Gonzales, sua moglie e i loro tre figli, giunti in Assisi dopo essere fuggiti dalla loro terra, il Venezuela. Il cardinale Baltazar Porras Cardozo e i suoi accompagnatori hanno descritto la grave situazione che sta colpendo il Venezuela. Il cardinale ha inoltre ricordato la sua visita avvenuta lo scorso 27 Aprile a Roma in occasione della partecipazione all’incontro del Forum internazionale dell’Azione Cattolica, nel quale ha incontrato in Vaticano, Papa Francesco e il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, per raccontare loro cosa sta accadendo nel suo Paese, le proteste che si verificano contro il governo di Nicolàs Maduro e la feroce repressione che ha provocato molte vittime, soprattutto tra i giovani. Monsignor Sorrentino, più volte ha ricordato i valori della Pace e come sia importante trovare al più presto una soluzione pacifica, senza armi.
Al termine del colloquio è seguita la visita nei vari luoghi del Vescovado e nel Chiostro, luoghi di vita di San Francesco.       
 






© 2011 Diocesi di Assisi Nocera Umbra Gualdo Tadino ¿ P.zza Vescovado 3, 06081 Assisi (PG)