PRESENTATO IL LIBRO IN MEMORIA DI VALTER BALDACCINI

CANNARA – “Valter Baldaccini. Un grande uomo, un grande amico” (1945-2014). È il titolo del libro che è stato presentato, lunedì 9 settembre, al teatro Ettore Thesorieri a Cannara. A cinque anni dalla scomparsa del fondatore dell’Umbra Cuscinetti oggi Umbra Group S.p.a. capofila del Gruppo Umbra, azienda multinazionale leader nei settori aeronautico, la sua città natale lo ha ricordato con la presentazione del libro scritto da Ottaviano Turrioni (Morlacchi Editore). Un libro collocato dalla Casa editrice nella collana “Gli umbri”, cioè di quelle persone che si sono distinte nella regione Umbria per azioni particolari a sostegno delle proprie comunità. Un libro fortemente voluto dalla Fondazione Valter Baldaccini che, come spiegato dalla figlia Beatrice, presidente della Fondazione stessa, mantiene viva “la testimonianza di un uomo di profonda fede cristiana che ha vissuto il Vangelo nella sua vita personale, ma anche sociale e imprenditoriale”. “Chi lo ha conosciuto ha avuto la sensazione di un cuore grande – ha detto il vescovo mons. Domenico Sorrentino –, di quelle persone che restano indimenticabili. Non era un cristiano di semplice tradizione, ma uno di quelli che sentiva la forza del Vangelo e si faceva anche carico della fragilità della chiesa”. “Una persona straordinaria – lo ha definito il sindaco di Cannara Fabrizio Gareggia -,  che ci ha lasciato un grande esempio; per questo la città gli ha voluto intitolare la piazza principale del paese”. “Dalla vita di Valter Baldaccini – ha spiegato Marco Moschini, professore di Filosofia teoretica all’Università degli studi di Perugia – emerge la dimensione di un cristiano che vive con forza, eroismo, attenzione la propria vita: nella sua comunità, tra la sua gente”. Nel libro viene raccontata la storia professionale, ma anche umana di Valter Baldaccini con la sua attenzione ai più deboli, ad esempio ai ragazzi dell’Istituto Serafico di Assisi e ad alcune comunità del Kenya.